Loggia Porcia

Loggia del Municipio

La costruzione risale al XVI secolo, poggia su colonne che racchiudono la Loggia, per cui l’edificio è formato da uno spazio aperto al pianterreno e da un ampio salone al primo piano. Nel XIX secolo la loggia venne chiusa per ricavarne un vano, e a seguito di recenti restauri è stata riportata al suo stato originario. Saggi di scavo sulle fondamenta hanno messo in luce una pavimentazione antica in mattoni. Il soffitto presentano travature in legno alla Sansovino. Sono decorate da 80 formelle, opera del pittore e restauratore Giancarlo Magri, che ricordano quelle perdute di epoca cinquecentesca. Sono a tempera, realizzate secondo un procedimento antico e riportano animali grotteschi alternati a stemmi e busti di cavalieri. Allo stesso restauratore si deve la salvezza dei pochi affreschi visibili sulla parete nord. Sotto la Loggia un tempo si teneva giustizia, civile e criminale.
Oggi è sede dell’Associazione PROPORCIA